Passa ai contenuti principali

Progettazione, sparirà l’obbligo di pagare i professionisti se non si realizza l’opera?

15/01/2019 – Un passo indietro per le garanzie conquistate dai progettisti. Un emendamento al disegno di legge per la semplificazione, presentato dal Governo, propone di cancellare l’obbligo che la Pubblica Amministrazione paghi il professionista anche se non ottiene il finanziamento dell’opera progettata.

 

Obbligo di pagamento del progettista a rischio scomparsa

L’obbligo di pagamento al progettista, introdotto con il Codice Appalti del 2016 (D.lgs. 50/2016), rischia di scomparire riportando in uno stato di incertezza i professionisti che svolgono un incarico per la pubblica Amministrazione.
 
Secondo l’emendamento del Governo, in caso di mancato finanziamento dell’opera progettata, al progettista verrebbe riconosciuta un’indennitàcomprensiva delle spese sostenute.
 
Per la quantificazione dell’indennità da versare al progettista, l’emendamento ipotizza una sorta di “Decreto Parametri-ter”, cioè una norma emanata dal Ministero della Giustizia di concerto con il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti che tenga conto del livello di progettazione, della complessità e della dimensione dell’intervento progettato.
 
L’emendamento prevede infine il divieto, per la Pubblica Amministrazione, di utilizzo futuro del progetto non realizzato.
 

Pagamento del progettista e problemi di bilancio delle PA

La relazione tecnica all’emendamento spiega che il divieto di subordinare il pagamento del progettista al finanziamento dell’opera, attualmente nel Codice Appalti, non si coordina bene con il quadro normativo esistente, che sembra contenere delle rassicurazioni per i professionisti.
 
In base all’articolo 191 del Testo Unico degli Enti locali, “gli Enti locali possono effettuare spese solo se sussiste l'impegno contabile registrato sul competente programma del bilancio di previsione e l'attestazione della copertura finanziaria”.
 
Il responsabile del procedimento di spesa, si legge inoltre nella relazione, comunica al destinatario le informazioni relative all'impegno. Il professionista in mancanza della comunicazione, ha facoltà di non eseguire la prestazione sino a quando i dati non gli vengano comunicati.
 
L’articolo 21 del Codice Appalti, spiega infine la relazione, prevede che per tutti i lavori deve essere riportata l’indicazione dei mezzi finanziari stanziati o disponibili.
 
A tal proposito, ricorda la relazione tecnica, l’ANAC ha affermato che la progettazione di un’opera pubblica non può costituire un’attività fine a sé stessa, svincolata dall’esecuzione dei lavori, con la conseguenza che non si può affidare un incarico di progettazione senza che l’opera sia stata non solo programmata, ma sia stata anche indicata l’effettiva reperibilità delle somme necessarie per realizzarla.

Se l'emendamento dovesse essere confermato, il quadro normativo risulterebbe più armonico. Gli Enti non sarebbero obbligati a effettuare pagamenti non previsti nel bilancio di previsione e i professionisti avrebbero comunque degli strumenti per tutelarsi, svolgendo gli incarichi solo in presenza di un impegno di spesa.

Commenti

Post popolari in questo blog

Il Gran Caffe' Belli è in vendita

Occasione bar-gelateria “caffe’ Belli” nel centro della piazza del paese vendesi.
Sotto lo storico porticato di Piazza Risorgimento in Amandola dai primi anni del ‘900 c’è il Caffè Belli.
E’ uno dei locali piu’ belli con varie sale interne ed esterne dove vale la pena fermarsi per un aperitivo, un gelato, o per prendere una bella cioccolata calda in una fredda giornata invernale.
La pasticceria conosciuta per la sua artigianalità e tradizionalità, dove la qualità degli ingredienti si distingue dallo standard . Il locale ottimamente avviato con uno storico quasi centenario ubicato nella zona piu bella del paese oltre ad avere sali ampie all’interno gode di una superfici coperta esterna(portico Piazza Risorgimento) e dove d’estate puo raddoppiare lo spazio esterno con l’uso di un ulteriore piazzale. L’attività conosciuta da sempre per il buon gelato ed il cornettone ripieno , ora è in vendita ed i proprietari dopo anni di lavoro hanno deciso di dare la possibilità ad altri artigia…

VILLA CON CORTE ESCLUSIVA, AMANDOLA

Villa con giardino esclusivo , piante secolari, piante da frutto, piante ornamentali, dotata di illuminazione automatica, antifurto , il tutto valorizzato dalla bellissima vista sui Monti Sibillini.
In posizione predominante sulla tranquilla frazione di Casa Tasso, nel Comune di Amandola (FM), con panorama mozzafiato sulla catena dei Monti Sibillini e con vista a 360°, si erge questa splendida Villa di recente costruzione e rifiniture di pregio, completamente recintata.
L’immobile è composto da due unità abitative indipendenti di 280 mq ciascuna, che volendo possono essere riunite in un’unica grande abitazione, con entrate separate, utenze e servizi autonomi.
Ciascuna unità abitativa, munita di sistema di riscaldamento a zone, è composta da tre camere da letto matrimoniali, tre bagni, studio, salone con camino, cucina abitabile, rustico con camino e garage autonomo dotato di legnaia e cantina.

La Villa, situata su un terreno di 8.000 mq, è circondata da un’ampia corte con s…

CASA IN PIETRA RISTRUTTURATA , CON ANNESSI E GIARDINO

CASA IN PIETRA RISTRUTTURATA , CON ANNESSI E GIARDINO
All’interno di una frazione ben servita completamente autonoma ed ottimamente ristrutturata si sviluppa questo fabbricato , disposto su due livelli, dove al piano seminterrato sono stati ricavati : un soggiorno, una cucina, un bagno ed a ridosso dell’ingresso secondario è stato realizzato un forno per la pizza;

al piano terra invece si trova l’accesso principale da dove si puo’ andare al piano seminterrato oppure accedere alle tre camere ed al bagno .L’immobile oltre avere una posizione incantevole, è valorizzato da due accessori ed da un giardino esclusivo piantumato in parte da diverse piante da frutto ed ornamentali.
 https://aegrealestate.com/listing/casa-a-san-ginesio-rif-801-193/